Stanchezza : cosa la causa e come trattarla ?

Vivien W | 24 febbraio 2022
Tempo di lettura : circa 4 minuti
Stanchezza :  cosa la causa e come trattarla ?
Sommario

    Cos'è la fatica ?

    La fatica corrisponde a un indebolimento fisico in seguito a uno sforzo troppo intenso. Lo sforzo può essere fisico o intellettuale. La fatica è quindi una normale reazione fisiologica del corpo.

    Quanto dura ?

    La fatica è temporanea e ci informa che il corpo ha bisogno di riposo per recuperare e tornare a uno stato di funzionamento normale. Può durare qualche ora ma mai più di qualche giorno. Se non lo fa, si chiama astenia.

    Cos'è l'astenia ?

    La fatica deve essere differenziata dall'astenia, che corrisponde a una fatica che ha difficoltà a scomparire e a un organismo che ha grandi difficoltà a recuperare nonostante il riposo. L'astenia è quindi un esaurimento generale sia fisico, con il corpo umano che non è più in grado di funzionare, sia psicologico, con fragilità psicologica e il rischio di uno stato di depressione, noto anche come "burn-out".

    L'astenia è quindi una stanchezza permanente che porta a un desiderio irrefrenabile di dormire.

    Quali sono i sintomi della fatica ?

    La fatica provoca un insieme di sintomi che non sono molto specifici e che si possono trovare in una moltitudine di situazioni :

    • un desiderio di dormire di notte e durante il giorno,
    • un calo dell'appetito,
    • una mancanza di motivazione,
    • l'incapacità di avere una normale vita sociale e professionale,
    • una perdita di interessi,
    • un allontanamento dall'esercizio fisico e dalle attività sportive.

    Quali sono le possibili cause ?

    La fatica è un sintomo generale e non caratteristico di un gran numero di disturbi e patologie. Le cause più comuni sono

    • la presenza attiva o la storia di cancro o malattia autoimmune,
    • la presenza di depressione o di un disturbo psichiatrico,
    • la presenza di anemia, che è un numero insufficiente di globuli rossi nel sangue. Questa diminuzione anormale può essere spiegata da una perdita eccessiva (emorragia, mestruazioni, ecc.) o da una produzione insufficiente (carenza alimentare di ferro e vitamina B9, ecc.),
    • la presenza di un'infezione microbica causata da un batterio o da un virus.

    Quando andare per una consultazione ?

    • Da quanto tempo sei stanco ? Questa domanda dovrebbe metterti in guardia e far scattare una visita medica solo se la stanchezza è effettivamente astenia che persiste nonostante il riposo per più di 7 giorni.
    • Il fatto che le popolazioni più fragili (bambini, donne incinte e anziani) siano colpite è una ragione sufficiente per consultare un medico.
    • Anche la presenza di una malattia attiva o di una storia di cancro, di malattie autoimmuni e di depressione dovrebbe far scattare l'allarme.

    Trattare la fatica con la fitoterapia

    • Il ginseng ha l'incredibile potere di ridurre la sensazione di fatica.
    • Il polline e la pappa reale, ricchi di oligoelementi, vitamine e minerali, agiscono come un tonico naturale.
    • Le piante naturalmente ricche di minerali, vitamina C e vitamine del gruppo B sono incredibilmente utili per rafforzare il sistema immunitario. La redazione di naturopathandco non può che suggerire RISTABIL, che ha una composizione molto interessante di vitamine e minerali che sono facilmente assorbiti dal corpo perché sono di origine naturale.

    Per approfondire, vedi il nostro articolo : "Fitoterapia : come usare le piante medicinali ?".

    Trattare la fatica con l'omeopatia

    • KALIUM PHOSPHORICUM 9CH è il trattamento di riferimento per combattere la fatica.

    Per approfondire, vedi il nostro articolo : "Omeopatia : quando e come prendere i suoi granuli ?".

    Consigli per la salute

    • Per aiutare l'organismo a combattere la stanchezza temporanea, si consiglia di fare un ciclo di 3 mesi di trattamento con 1 compressa al giorno combinando magnesio e vitamina B6. La vitamina B6 ha il ruolo di trasportare il magnesio per facilitare il suo ingresso e il suo utilizzo nel nostro corpo. Il magnesio può essere accompagnato da selenio, zinco e cobalto per migliorare la sua azione.
    • Per stimolare il ciclo di produzione di energia del corpo, si raccomanda vivamente di prendere un corso minimo di due settimane di vitamina C con 1 compressa o 2 cucchiaini di sospensione liquida al mattino. La vitamina C può essere accompagnata da vitamina B1, aminoacidi e oligoelementi per aumentare la produzione di energia.
    • Una dieta equilibrata è essenziale. Aiuta ad evitare carenze alimentari (ferro, vitamine, minerali, zuccheri, ecc.)
    • Per migliorare lo stile di vita, il consumo di stimolanti dopo le 5 del pomeriggio dovrebbe essere evitato per non interrompere il normale ciclo del sonno.
    • Un'idratazione sufficiente con il consumo di 2 litri d'acqua al giorno è un elemento essenziale per il recupero del corpo.
    • L'attività fisica regolare aiuta a strutturare il ciclo energetico del corpo e a rafforzare il sistema immunitario.
    • Per evitare la stanchezza, è importante rispettare il ciclo del sonno e riposare regolarmente quando il corpo lo richiede. Il modo più efficace per prendersi una pausa dalle attività personali e professionali è fare un pisolino.
    Pubblicato il 24 febbraio 2022 alle 23:35
    Aggiornato il 03 maggio 2022 alle 20:09

    I commenti

    Potresti essere interessato a

    Vivien W

    Vivien W

    Editore web

    Mi chiamo Vivien e sono molto appassionata di medicina complementare. Nel mio paese d'origine, ho seguito una formazione in medicina tradizionale cinese. Mi piace trasmettere le conoscenze acquisite dalla mia esperienza.