Prendersi cura della propria salute con l'argilla

Joaquim A | 10 luglio 2022
Tempo di lettura : circa 5 minuti
Prendersi cura della propria salute con l'argilla
Sommario

    Che cos'è l'argilla ?

    L'argilla è un materiale naturale prodotto dalla decomposizione delle rocce da parte dell'acqua ricca di silice e minerali. Impregnandosi d'acqua, le rocce si cristallizzano dando vita a una sostanza dalla composizione eccezionale :

    • L'argilla contiene allumina e silice, che le conferiscono la capacità di assorbire microbi e impurità;
    • i minerali, il magnesio, il ferro... presenti nella roccia spiegano il suo colore specifico e le sue ulteriori virtù medicinali.

    Nei negozi sono disponibili diversi tipi di argilla :

    • L'argilla verde è la più utilizzata nella cura della pelle e nella cosmesi. È il più ricco di minerali e oligoelementi, il che gli conferisce favolose proprietà di assorbimento e adsorbimento. È anche il più versatile perché può essere utilizzato sia all'esterno che all'interno;
    • Argilla bianca, detta anche caolinite, che ha un contenuto di silice più elevato. L'argilla bianca, nota anche come caolinite, ha un contenuto di silice più elevato ed è meno assorbente dell'argilla verde, ma ha proprietà ammorbidenti e purificanti più marcate.

    L'argilla aiuta ad alleviare i dolori articolari

    Grazie alla silice, l'argilla può rafforzare le ossa e rigenerare tendini e articolazioni.

    In quale forma deve essere utilizzato ?

    Si consiglia di usarla come cataplasma : in un contenitore, versare la quantità necessaria di argilla in polvere o in pezzi. Aggiungere acqua poco minerale fino a coprire quasi completamente l'argilla. Non mescolare il composto e lasciarlo riposare per diverse ore. Mescolare rapidamente il composto con una spatola di legno : la pasta così formata deve essere omogenea, liscia ed elastica. Deve essere abbastanza denso da non colare e abbastanza morbido da aderire a un panno di cotone.

    Applicare il panno sulla zona interessata : l'argilla deve essere a contatto con la pelle su un'area leggermente più grande della zona da trattare. Quindi, tenetelo in posizione con una benda, senza stringere troppo. Lasciare agire (la durata dipende dall'applicazione) prima di rimuovere il cataplasma : normalmente l'argilla dovrebbe aver iniziato ad asciugarsi, quindi il cataplasma è facile da rimuovere. Se necessario, far scorrere un po' d'acqua per allentarlo più facilmente. Quindi sciacquare la pelle con acqua tiepida, senza aggiungere sapone o altri prodotti.

    Come si usa ?

    Applicare sulla pelle in uno strato spesso e coprire con un panno di cotone e una pellicola di plastica :

    • Per i dolori legati a un fenomeno infiammatorio e che si riducono con il movimento (artrite) : è meglio usare un cataplasma caldo, con il panno di cotone coperto a sua volta da una pellicola di plastica per diffondere più rapidamente i principi attivi dell'argilla;
    • Su un'articolazione (distorsione), un tendine lesionato o una tumefazione (versamento sinoviale) : si consiglia di applicare un cataplasma di argilla con acqua fredda direttamente sulla zona dolorante. Ha la virtù medicinale di drenare gli edemi e ridurre gli ematomi.

    Argilla : la soluzione detox per la pelle

    L'argilla assorbe le tossine e porta con sé le impurità. Zinco, allumina e silice rimineralizzante contribuiscono a disintossicare, nutrire in profondità e uniformare la pelle. Alcuni studi dimostrano anche che l'argilla migliora il processo di guarigione dopo una piccola ferita (taglio, graffio, puntura).

    In quale forma deve essere utilizzato ?

    Probabilmente conoscete le maschere all'argilla, consigliate per pulire in profondità la pelle eliminando tutte le impurità. Il principio è semplice : l'argilla cattura le tossine e le elimina. Questo è l'intero principio della cura della disintossicazione.

    Come si usa ?

    Esternamente, sotto forma di maschera, per disintossicare la pelle : seguire la stessa ricetta del cataplasma e applicare sul viso, evitando la zona degli occhi e delle labbra. Lasciare agire per 15-30 minuti prima di risciacquare con acqua tiepida. È possibile aggiungere alla preparazione qualche goccia di olio vegetale o essenziale (ad esempio, di limone in caso di brufoli).

    L'argilla lenisce i problemi digestivi

    L'argilla agisce a più livelli sulla funzione digestiva :

    • calma il bruciore di stomaco regolando l'acidità gastrica;
    • assorbe le tossine, i microbi e i gas presenti nel tratto digestivo;
    • riduce la diarrea assorbendo l'acqua in eccesso e riducendone il volume.

    Come si usa ?

    Per via interna : versare da 1 a 2 cucchiaini di argilla in polvere in un bicchiere di acqua minerale bassa e mescolare con un cucchiaio o una spatola di legno. Se possibile, lasciate riposare il composto per qualche ora. All'inizio, bere solo l'acqua in superficie, poi aumentare gradualmente il contenuto di argilla mescolando più o meno l'impasto. Bere il preparato preferibilmente al mattino al risveglio o alla sera, sempre almeno un'ora prima di mangiare. Iniziare con una cura di tre settimane.

    Quali precauzioni bisogna prendere prima di usare l'argilla ?

    L'assunzione di argilla per via interna richiede alcune precauzioni :

    • è formalmente sconsigliato alle persone che assumono farmaci, che hanno un'ernia, che soffrono di stitichezza cronica o hanno la tendenza a essere stitici, che hanno una dieta squilibrata e ricca di grassi;
    • all'inizio del trattamento può verificarsi una leggera stitichezza : è allora sufficiente bere solo l'acqua di argilla in superficie (senza mescolare preventivamente il preparato);
    • non mettere mai l'argilla a contatto con un metallo ossidabile, perché perderebbe tutti i suoi benefici. Utilizzare preferibilmente un contenitore di legno o di acciaio inossidabile.
    Pubblicato il 10 luglio 2022 alle 15:37
    Aggiornato il 09 agosto 2022 alle 15:04

    I commenti

    Potresti essere interessato a

    Joaquim A

    Joaquim A

    Editore web

    Sono Joaquim, un grande amante della natura. Mi sono formato come farmacista, durante il quale ho acquisito un certo numero di conoscenze. Ora è il momento di usare questa conoscenza condividendola con il maggior numero di persone possibile.