Fumaria : descrizione, coltivazione e proprietà medicinali

Issa D | 09 ottobre 2022
Tempo di lettura : circa 2 minuti
Fumaria :  descrizione, coltivazione e proprietà medicinali
Sommario

    Come riconoscerlo ?

    La fumaria ha il nome latino di Fumaria officinalis ed è nota anche come fumo di terra, galla di terra, erba dell'itterizia e erba della vedova.

    La fumaria ha foglie piccole, tagliate in modo netto e di colore grigio. I fiori sono a forma di tubo, raggruppati in spighe e di colore bianco o rosa. Compaiono molto presto in primavera, già a marzo, e talvolta in autunno. Il frutto è una capsula verde globosa.

    Come coltivarlo ?

    Piccola pianta erbacea annuale con fusti più o meno striscianti fino a 50 cm, la fumaria è una pianta fragile e delicata che va coltivata preferibilmente in penombra (al sole se il clima rimane temperato). Le sue radici non sono molto estese e possono essere facilmente estirpate. La fumaria prospera in qualsiasi tipo di terreno non troppo umido.

    • Semina : in un secchio, i semi devono essere stratificati a freddo;
    • Messa a dimora : in primavera, al riparo dal gelo;
    • Semina : in autunno, germinazione a fine inverno;
    • Emersione : da 1 a 2 settimane;
    • Distanza tra le piante : piantate vicine per garantire un migliore sostegno;
    • Manutenzione : può essere potata per rinforzare i germogli inferiori;
    • Moltiplicazione : semina;
    • Terreno : tutti i tipi, ben drenato, riparato dal vento;
    • Fabbisogno di compost : occasionale;
    • Fabbisogno idrico : basso, regolare e in caso di siccità prolungata.

    Come si raccoglie ?

    La parte fiorita della pianta viene raccolta tra marzo e agosto, tagliandola a livello del terreno per farla essiccare. La fumaria può essere utilizzata come infuso.

    Proprietà medicinali

    La fumisteria è in grado di esercitare effetti in base alle esigenze dell'organismo :

    • aumenta una secrezione biliare insufficiente;
    • riduce l'eccessiva secrezione dai dotti biliari;
    • accompagna il drenaggio del pancreas;
    • allevia i disturbi che hanno origine dal fegato (dispepsie, discinesie, litiasi ed emicranie)
    • di origine epatica;
    • Aiuta a combattere lo stress e l'ansia;
    • Ha un'azione spasmolitica sui bronchi, antistaminica e antiasmatica;
    • Permette di pulire in profondità la pelle e i pori, risolvendo problemi cutanei come l'eczema.
    Pubblicato il 09 ottobre 2022 alle 23:46
    Aggiornato il 16 ottobre 2022 alle 20:43

    I commenti

    Potresti essere interessato a

    Issa D

    Issa D

    Editore web

    Aurélia, il membro più anziano della squadra. Il mio ruolo è quello di rendere l'informazione il più facile possibile da capire in modo che sia piacevole da leggere. La mia famiglia ha sempre apprezzato l'uso della natura e delle piante per curarsi.