Carbone vegetale : un disintossicante naturale

Joaquim A | 31 luglio 2022
Tempo di lettura : circa 4 minuti
Carbone vegetale :  un disintossicante naturale
Sommario

    Che cos'è il carbone vegetale attivato ?

    Il carbone vegetale attivo, noto anche come carbone nero o carbone attivo, deriva dalla combustione di legno o gusci di cocco. È un ottimo disinquinante per il corpo umano perché è in grado di catturare le sostanze nocive e le tossine per eliminarle. È sempre più utilizzata anche nei prodotti cosmetici, perché aiuta a purificare la pelle.

    Quali sono le diverse forme di carbone attivo ?

    Il carbone esiste in diverse forme :

    • in polvere : la dose viene diluita in un bicchierino d'acqua. La consistenza è un po' gessosa, è necessario un risciacquo della bocca dopo l'assunzione;
    • in granuli : questa forma è la più gradevole da assumere perché ha generalmente un sapore leggermente dolce;
    • in capsule e compresse : queste forme sono le più comode da assumere. Da deglutire con un abbondante bicchiere d'acqua.

    Si trova in farmacia e nei negozi di alimenti naturali sotto forma di polvere, da diluire in un bicchiere d'acqua, oppure in capsule, compresse e granuli.

    Carbone attivo per i disturbi digestivi

    Il carbone attivo ha molte indicazioni per prendersi cura del transito :

    • È estremamente poroso, il che gli conferisce la capacità di assorbire fino a cento volte il suo volume in gas. Il carbone vegetale è quindi una soluzione naturale per assorbire i gas digestivi che causano gonfiore e mal di stomaco;
    • È anche una buona opzione per il trattamento di altri disturbi digestivi e intestinali (gastroenterite, diarrea, stitichezza e bruciore di stomaco).

    Modalità d'uso : 1 dose 3 volte al giorno per 2 giorni.

    Un antidoto contro le intossicazioni e gli avvelenamenti senza gravità

    Il carbone vegetale attivo permette di evitare il peggio :

    • il suo potere assorbente permette di evitare leggere intossicazioni alimentari assorbendo le tossine prima che vengano assorbite ed entrino nel flusso sanguigno;
    • Oltre a catturare le sostanze prima che abbiano il tempo di farci ammalare, il carbone attivo è in grado di fissare ed eliminare dall'organismo diverse sostanze nocive, come metalli pesanti, tracce di farmaci, pesticidi e tossine prodotte dai batteri;
    • In pratica, attraverso una formulazione adattata, il carbone attivo consente di disinquinare l'acqua per renderla idonea al consumo umano.

    Come si può utilizzare il carbone attivo nei trattamenti cosmetici ?

    Il carbone attivo fa miracoli sui denti :

    • fa riapparire gradualmente lo smalto dei denti;
    • elimina le macchie sui denti causate dal consumo di cibo, bevande o tabacco.

    Come si usa ? Immergere lo spazzolino nella polvere, spazzolare e risciacquare con acqua pulita, non più di due volte alla settimana.

    Il carbone permette di prendersi cura della pelle attraverso trattamenti disintossicanti :

    • per la pelle spenta, ;
    • per la pelle soggetta a punti neri;
    • per le imperfezioni e le impurità.

    Come si usa ? Mescolare carbone, argilla verde e acqua per ottenere una pasta. Applicare sul viso, evitando il contorno occhi, e lasciare agire per 10 minuti. Quindi risciacquare accuratamente. Utilizzare una o due volte alla settimana.

    Quali precauzioni devo prendere prima di usare il carbone attivo ?

    • Evitate di assumere il carbone vegetale contemporaneamente ai vostri farmaci, perché può renderli meno efficaci, come la pillola contraccettiva o i farmaci per il cuore. Assumerlo almeno 2 ore dopo l'assunzione dei farmaci;
    • Per evitare problemi di stitichezza in seguito all'assunzione di carbone vegetale, si consiglia di idratarsi bene bevendo regolarmente acqua nelle ore successive all'assunzione;
    • Per evitare l'annerimento dei denti quando si ingerisce carbone nero in polvere, si consiglia di cambiare la formulazione in capsule, compresse o granuli da deglutire. Il preparato in polvere può essere bevuto anche con una cannuccia;
    • Per i bambini di età inferiore ai 12 anni e le donne in gravidanza, chiedere consiglio al medico;
    • Se i problemi persistono dopo 2 giorni di trattamento, si consiglia di consultare un medico.
    Pubblicato il 31 luglio 2022 alle 16:13
    Aggiornato il 04 ottobre 2022 alle 09:19

    I commenti

    Potresti essere interessato a

    Joaquim A

    Joaquim A

    Editore web

    Sono Joaquim, un grande amante della natura. Mi sono formato come farmacista, durante il quale ho acquisito un certo numero di conoscenze. Ora è il momento di usare questa conoscenza condividendola con il maggior numero di persone possibile.