Come funziona un consulto naturopatico ?

Vivien W | 19 giugno 2022
Tempo di lettura : circa 3 minuti
Come funziona un consulto naturopatico ?
Sommario

    L'ora della consultazione

    Il consulto con un naturopata è la chiave di volta del trattamento. Questo permette di stabilire un rapporto di fiducia tra il professionista e il paziente, con uno scambio basato sulla benevolenza e sul sostegno. In pratica, un consulto naturopatico si compone di 3 parti

    • l'anamnesi ;
    • la valutazione della vitalità ;
    • il programma di igiene vitale.

    L'anamnesi

    La seduta inizia con una serie di domande poste al paziente. Si tratta della cosiddetta anamnesi, un momento di scambio che permette al naturopata di conoscere meglio il paziente con la sua storia clinica, le sue abitudini alimentari e il suo stile di vita.

    Queste domande permettono al naturopata di esplorare tutti i sistemi che compongono l'organismo, come quello digestivo, nervoso, renale e urinario, immunitario, muscolare e osteoarticolare, epatico e ormonale. Questo questionario permette di individuare la causa primaria dei problemi di salute che hanno motivato la consultazione o di correggere gli squilibri prima dell'insorgere di una malattia.

    La valutazione della vitalità

    Il naturopata può determinare la costituzione del paziente sulla base delle risposte fornite nell'anamnesi. A tal fine, osserva il viso, le mani, gli occhi e la lingua alla ricerca di squilibri, sovraccarichi e potenziali carenze. Il medico stabilisce una valutazione generale della vitalità combinando diversi esami :

    • l'osservazione della lingua, che è un esame essenziale perché questa parte del corpo riflette lo stato generale e indica con precisione le disfunzioni dell'organismo in base all'area interessata sulla lingua;
    • l'iridologia, che studia l'iride degli occhi e affina l'esame anamnestico osservando i vari sistemi del corpo. Questo indicatore clinico permette di confermare uno squilibrio o una carenza nel metabolismo;
    • la misurazione del polso sull'arteria del polso (arteria radiale), che consente di sentire il battito cardiaco e di valutare lo stato di salute della circolazione sanguigna. Questa valutazione ci permette di misurare la posizione, il livello e la circolazione dell'energia nel corpo. A seconda del posizionamento delle dita dell'operatore, è possibile ascoltare questa energia che scorre attraverso un organo specifico.

    Il programma di igiene vitale

    Dopo l'anamnesi e la valutazione della vitalità, viene identificata la causa primaria dei problemi di salute. È ora di correggere gli squilibri attraverso il programma di igiene vitale. Questo programma è personalizzato per il paziente e consiste in :

    • misure dietetiche ;
    • Consigli per la gestione dello stress;
    • un programma di attività fisica.

    Il Programma Igiene Vital consente di correggere le cattive abitudini igieniche dannose per la salute. Cambiare le abitudini è un compito a lungo termine, poiché il rischio di ricaduta è elevato. Per questo motivo le consultazioni naturopatiche sono distanziate di diverse settimane. In genere le consultazioni avvengono ogni 6 settimane.

    Quanto dura un consulto naturopatico ?

    La seduta iniziale dura solitamente da 60 a 90 minuti e le sedute successive durano circa 60 minuti.

    Quanto costa un consulto naturopatico ?

    Il costo medio di un consulto naturopatico è compreso tra i 60 e i 90 euro per seduta in Europa e tra gli 80 e i 120 dollari in Nord America.

    Pubblicato il 19 giugno 2022 alle 08:49
    Aggiornato il 11 luglio 2022 alle 11:32

    I commenti

    Potresti essere interessato a

    Vivien W

    Vivien W

    Editore web

    Mi chiamo Vivien e sono molto appassionata di medicina complementare. Nel mio paese d'origine, ho seguito una formazione in medicina tradizionale cinese. Mi piace trasmettere le conoscenze acquisite dalla mia esperienza.